Leggere la musica

Imparare la notazione  musicale richiede molto esercizio: può essere efficace apprendere la lettura musicale  “dividendo” la parte ritmica dalla lettura dell’altezza delle note. Ciò consente di non oberare troppo i bambini che devono occuparsi di leggere sia il nome della nota sia la sua durata e il tutto andando a tempo!

Si può quindi procedere dapprima conoscendo  l’altezza delle note e poi  la loro durata: quest’ultima può essere compresa bene affiancando giochi ritmici-motori, senza verbose spiegazioni di tempi frazionati e altro, sottolineando l’importanza della pulsazione e del suo scandirsi.

 

Pubblicato da Marica Costigliolo

"I leave a white and turbid wake; pale waters, paler cheeks, where' er I sail. The envious billows sidelong swell to whelm my track; let them; but first, I pass." H. Melville

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: