La passeggiata

IMG_6018

In alcune scuole (soprattutto di ispirazione steineriana) si dedica un’ora o più alla settimana alla passeggiata. Un momento per osservare la realtà circostante, prendere il proprio tempo per camminare, fermarsi, annusare l’aria, sporcarsi.

Durante le nostre giornate questo momento è quotidiano: a volte più veloce, a volte con più calma, a volte con una meta, talvolta senza una destinazione precisa.

La passeggiata significa anche impegnarsi nel vestirsi da soli (per i bambini più piccoli), organizzare il proprio tempo, capire che cosa si desidera fare o se è necessario rispettare un orario. Le giornate hanno un momento costante ma mai uguale, un modo semplice per restituire un po’ di senso che nella fretta del quotidiano non sempre si riesce a trovare.

 

Pubblicato da Marica Costigliolo

"I leave a white and turbid wake; pale waters, paler cheeks, where' er I sail. The envious billows sidelong swell to whelm my track; let them; but first, I pass." H. Melville

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: