Sul 25 aprile

Oggi 25 aprile, anniversario della liberazione, una riflessione sui “riti” di commemorazione storica. Nella scuola può accadere che un’insegnante non accenni minimamente alle date significative, anche se giorni di festa nazionale, oppure che si soffermi dedicando a questi momenti una lezione, o sottolinei questi eventi in modo più o meno sentito.
Per i miei figli, che stanno studiando la storia da pochi anni, gli eventi storici del Novecento sono date ancora lontane e poco comprensibili. Abbiamo parlato del fascismo in Italia, ma in modo poco approfondito perché vorrei ritornare sull’argomento tra uno o due anni quando saremo avanti con la nostra “storia del mondo”.
Fare homeschooling permette di poter studiare la storia in modo continuativo ed estremamente libero, cosa secondo me importante, perché l’insegnante a scuola, per quanto debba attenersi ai programmi, può approfondire o meno alcuni temi, secondo le proprie idee e i propri tempi. E’ quindi fondamentale costruire una coscienza storica in accordo con i tempi del bambino e con la capacità del bambino di formulare proprie idee e visioni del mondo che siano accolte e ascoltate indipendentemente dai programmi scolastici.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...