Arte e pedagogia dell’alterità

Arte come desiderio e incomunicabilità, interpretazione e tradizione, distacco e ascesa. Nella pedagogia dell’alterità l’arte è elemento costituivo dell’esperienza del bambino, che nel proprio divenire, esperisce l’atto estetico come fondante della realtà. Una linea, un segno, un punto, uno scarabocchio racchiudono archetipi universali che devono essere liberati, elaborati, costruiti, reinventati.

Pubblicato da Marica Costigliolo

"I leave a white and turbid wake; pale waters, paler cheeks, where' er I sail. The envious billows sidelong swell to whelm my track; let them; but first, I pass." H. Melville

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: