Centro di Ricerca Pedagogica

È nato il nuovo centro di ricerca pedagogica Io e gli altri, a Genova, a cura dell’associazione culturale la prima radice. Acasadascuola sostiene il progetto, e cura la parte relativa al supporto homeschooling. Il centro è attivo nell’ambito delle consulenze, della formazione e della divulgazione scientifica.https://www.arteterapiafilosofica.com/centro-ricerca-pedagogica/

Formazione dell’adulto e natura

Per trasmettere al bambino il rispetto e l’amore per la natura è necessario che l’adulto abbia gli strumenti per acquisire consapevolezza e conoscenza del mondo naturale. Il maestro, l’insegnante o l’educatore, che ha capacità empatica con l’allievo, si emozionerà per una scoperta, gioirà per la riuscita di un esperimento, attraverso la rivelazione dei segreti dellaContinua a leggere “Formazione dell’adulto e natura”

Filosofia dell’educazione

Nuovo percorso per chi desidera acquisire nuove competenze in ambito educativo e pedagogico: il percorso è organizzato dall’associazione “la prima radice” ed è rivolto a tutti coloro sono interessati alle tematiche legate al mondo dell’infanzia. Il percorso consta di tre specifici corsi ed è totalmente on line. Per informazioni visita la pagina del corso: https://www.edizionilaprimaradice.it/percorso-filosofia-delleducazione/

Insegnare e apprendere

Nell’istruzione familiare l’insegnamento e l’apprendimento sono intrecciati e difficilmente separabili come due elementi distinti. Tuttavia, per tutte le famiglie che sostengono l’esame di idoneità a fine anno (anche se ci possono essere varie formule a seconda degli accordi che i singoli riescono a raggiungere con i dirigenti scolastici, l’esame è comunque obbligatorio), l’insegnamento delle varieContinua a leggere “Insegnare e apprendere”

Condivisione e pedagogia dell’alterità

Nella pedagogia dell’alterità il luogo dell’altro è la sparizione del soggetto nell’intersecarsi di linee, relazioni, scambi e rimandi che costituiscono l’identità collettiva a partire da una ridefinizione dell’identità individuale. Nella pedagogia dell’alterità l’identità è il luogo dell’altro, perché sempre in divenire, mai statica, si costituisce solo nel dialogo, nel conflitto, nella relazione.

Natura e pedagogia dell’alterità

“Natura” come processo culturale che influenza l’agire e che modifica le scelte quotidiane, come variabile soggettiva e collettiva che trasforma le connessioni tra gli individui. Nella pedagogia dell’alterità il luogo dell’altro è la “natura” come confronto costante del soggetto con l’ambiente, il contesto, la cultura di appartenenza, e la trasformazione e le variabili che sottendonoContinua a leggere “Natura e pedagogia dell’alterità”

Arte e pedagogia dell’alterità

Arte come desiderio e incomunicabilità, interpretazione e tradizione, distacco e ascesa. Nella pedagogia dell’alterità l’arte è elemento costituivo dell’esperienza del bambino, che nel proprio divenire, esperisce l’atto estetico come fondante della realtà. Una linea, un segno, un punto, uno scarabocchio racchiudono archetipi universali che devono essere liberati, elaborati, costruiti, reinventati.

Consulenze

In collaborazione con l’associazione culturale la prima radice, organizzo un servizio di consulenza in ambito educativo. Per chi sono utili le consulenze: Genitori: elementi di pedagogie alternative secondo vari approcci, inclusi Montessori e Waldorf, stili di apprendimento, gestione del tempo, progetto didattico e supporto per aiuto compiti, supporto per chi inizia o pratica homeschooling. Educatori,Continua a leggere “Consulenze”

Natura

Per trasmettere al bambino il rispetto e l’amore per la natura è necessario che l’adulto abbia gli strumenti per acquisire consapevolezza e conoscenza del mondo naturale. Il maestro, l’insegnante o l’educatore, che ha capacità empatica con l’allievo, si emozionerà per una scoperta, gioirà per la riuscita di un esperimento, attraverso la rivelazione dei segreti dellaContinua a leggere “Natura”

Nuova pagina del blog

Nuova pagina del blog, in cui riporto la mia intervista contenuta nella rivista FILART. Qualche domanda a Marica Costigliolo, referente del progetto sull’istruzione familiare “acasadascuola”.Come hai cominciato l’homeschooling?“Ho iniziato per caso, non sapevo della possibilità di fare istruzione familiare e onestamente credevo nella scuola pubblica come luogo di condivisione e di crescita, anche se conContinua a leggere “Nuova pagina del blog”

Conchiglie e pastelli

Un piccolo oggetto che ricorda il mare: i materiali occorrenti sono conchiglie, cartoncino, pastelli o matite o acquarelli, carta, colla. Ritagliate con un taglierino il cartoncino in modo da formare una cornice. Mettete la colla sulla superficie, posizionate le conchiglie come vi piace. Provate poi su un foglio a parte a riprodurre il mare conContinua a leggere “Conchiglie e pastelli”

Lo stile di apprendimento

Ogni bambino ha un proprio stile di apprendimento: che significa? Ogni bambino esplora, osserva, apprende dall’ambiente in un modo individuale e personale. Nel momento in cui dobbiamo apprendere delle nozioni, la situazione non cambia: ogni bambino imparerà a seconda delle proprie attitudini e inclinazioni, e la risposta agli stimoli cognitivi proposti, sarà diversa da individuoContinua a leggere “Lo stile di apprendimento”

Moduli formativi

Se vuoi idee, spunti, riflessioni per seguire i bambini nei compiti prova questi moduli brevi: sono in modalità FAD o in presenza. Visita il sito: http://www.edizionilaprimaradice.it

Natura, l’altro, l’essenza

Secondo il filosofo Martin Buber, l’esperienza non ci dice molto del mondo in cui siamo: infatti è un’azione del soggetto, agita o subita, qualcosa in cui il mondo “non ha parte dell’esperienza”. Per entrare in relazione con il mondo, secondo Buber, vi sono tre sfere. Attraverso la natura, attraverso l’altro, e attraverso le essenze spirituali:Continua a leggere “Natura, l’altro, l’essenza”