Edu-Lab

A grande richiesta ecco i nostri Edu-lab! Sono incontri laboratoriali (in presenza) per bambini in piccoli gruppi. Sono adatti per homeschooler e per bambini che frequentano la scuola. Si tratta di laboratori in cui rafforzare le conoscenze nelle varie materie, con un educatore qualificato e ad un prezzo accessibile. Per gli homeschooler è possibile organizzare […]

Read More Edu-Lab

Pedagogia dell’alterità

PEDAGOGIA DELL’ALTERITÀ Il rapporto con la natura pone il problema del rapporto con “l’altro”. Ciò che fa parte del nostro ambiente, del nostro mondo, ciò che ci costituisce nella nostra esistenza come essere nel mondo è la relazione con l’Alterità. L’altro non è qualcosa che percepiamo senza conflitto interiore, senza paure, senza pregiudizi. Il processo […]

Read More Pedagogia dell’alterità

Premi e punizioni

“Nella classe c’è il maestro faccendiere, che travasa le nozioni nelle teste degli scolari. Per riuscire nella sua opera è necessaria la disciplina dell’immobilità, dell’attenzione forzata nella scolaresca; e al maestro conviene poter maneggiare con larghezza i premi e i castighi, onde costringere a tale attitudine, coloro che sono condannati ad essere i suoi ascoltatori. […]

Read More Premi e punizioni

Educazione “depositaria”

“Come riflesso di una società oppressiva, come dimensione della “cultura del silenzio”, l’educazione “depositaria” mantiene e stimola la contraddizione. Infatti si basa su una serie di postulati che richiamano un tipo di rapporti “verticali”: L’educatore educa, gli educatori sono educati L’educatore sa, gli educandi non sanno L’educatore pensa, gli educandi sono pensati L’educatore parla, gli […]

Read More Educazione “depositaria”

Il gioco

Secondo Sigmund Freud il gioco è per il bambino un’attività estremamente seria, un’occupazione che, oltre ad essere la prediletta, è un’azione creatrice, in cui il bimbo riversa le sue emozioni, crea il proprio mondo, elabora la propria relazione con la realtà. In questo il gioco dei bambini è simile alla poesia: “Non possiamo dire che […]

Read More Il gioco

“Io sono insegnante”…

Il linguaggio corrente fa sinonimi insegnamento e apprendimento. In realtà le condizioni e le finalità di chi insegna non sono uguali alle condizioni e finalità di chi apprende. Cambiano molte cose: la posizione psicologica e relazionale, quella fattuale, quella della materia, dell’ambiente, della parola, dei contesti, delle attese, delle modalità con cui transitano e sono […]

Read More “Io sono insegnante”…

Il banco e la scuola

Un principio di repressione estesa talora fino quasi alla schiavitù, informando gran parte della pedagogia, ha informato anche lo stesso principio della scuola. Una prova –il banco. Ecco per esempio una luminosa prova degli errori della primitiva pedagogia scientifica materialistica, la quale s’illudeva di portar le sue pietre sparse alla riedificazione del piccolo, crollante edificio […]

Read More Il banco e la scuola

Imparare a leggere e a scrivere

“Mettermi seduto per attraversare le regioni del mondo spirituale; ho goduto di questo privilegio nei libri.” Per imparare a leggere ci sono prevalentemente due metodi: il metodo seriale (apprendere le varie combinazioni di ogni lettera) e quello sillabico. Il metodo sillabico e quello seriale possono quindi essere complementari, uno non esclude l’altro. Dopo un periodo […]

Read More Imparare a leggere e a scrivere

Pedagogia libertaria

Vari autori del Novecento si sono posti in modo molto critico verso la scuola. Sotto il cappello “pedagogia libertaria” possiamo mettere molte pedagogie, comprese quella montessoriana o degli oppressi: qui ho scelto alcuni pensatori che si caratterizzano per un approccio critico verso le istituzioni educative e sociali. Scolarizzazione vs educazione: Joel Spring: “Bisogna infine tenere […]

Read More Pedagogia libertaria