Appunti da Tolstoj (passando per Wird)

L’istruzione è un tentativo di controllare ciò che già avviene spontaneamente attraverso la cultura: essa è cultura sottoposta a restrizioni. Tolstoj arrivò a queste conclusioni durante una visita a Marsiglia. In quella occasione visitò ogni scuola frequentata dai figli di operai ed ebbe lunghe conversazioni con insegnanti e allievi dentro e fuori la scuola. IlContinua a leggere “Appunti da Tolstoj (passando per Wird)”

Riapertura delle scuole

C’è qualcosa di più triste della protesta in atto per riaprire le scuole in piena pandemia? C’è qualcosa di più anacronistico e stupido di questo scagliarsi contro la didattica a distanza nel momento che stiamo vivendo? C’è davvero una confusione epocale sul ruolo della scuola e una mancanza di immaginazione spaventosa: immaginare associazioni, enti locali,Continua a leggere “Riapertura delle scuole”

Come costruire un progetto di istruzione familiare?

La prossima settimana iniziano i corsi “Apprendimento e creatività”, a cura dell’associazione culturale la prima radice. I corsi sono organizzati in moduli, divisi per materia (leggere/scrivere, matematica, geometria, lingue, arte, musica, scienze, storia e geografia), e sono pensati per genitori (ma anche docenti o educatori) che desiderano approfondire un determinato ambito nell’insegnamento a casa. ÈContinua a leggere “Come costruire un progetto di istruzione familiare?”

Utopia e realismo? Il problema della felicità a scuola

Si parla in queste ore di felicità a scuola. I bambini sono felici a scuola. Tutti, proprio tutti. Anche in questo momento di paura, di mascherine, di disinfettanti, di distanze. Sono felici. Allora penso a parole che risuonavano qualche tempo fa. Se cambiare la scuola (la scuola in “piena tensione rivoluzionaria“, non la scuola diContinua a leggere “Utopia e realismo? Il problema della felicità a scuola”

Relazione oggettuale

Nel suo saggio Oggetti transizionali e fenomeni transizionali Winnicott illustra la sua teoria sulla relazione tra bambino e soggetto di accudimento, e giunto a una prima sintesi della sua esposizione afferma: « A questo punto il mio tema si allarga a quello del gioco, della creatività e dell’apprezzamento artistico, del sentimento religioso, del sogno comeContinua a leggere “Relazione oggettuale”

Come imparano i bambini?

Come imparano i bambini? Nessuno lo sa! Ci sono tante teorie su questo tema, molto diverse e molto discordanti. Ho letto molti testi su come NON imparano i bambini. Ma come funziona l’apprendimento? Osservando i bambini è indubbio l’approccio assolutamente individuale di ogni bambino. Diversi i tempi, diverse le modalità, diverse le attitudini, le capacità.Continua a leggere “Come imparano i bambini?”

Un po’ di chiarezza

La scelta dell’istruzione familiare, (homeschooling, unschooling, istruzione parentale) è garantita dalla Costituzione ed è una scelta individuale, della singola famiglia o del singolo genitore che decide di non delegare un’istituzione (la scuola pubblica o privata) riguardo l’istruzione da impartire ai propri figli. Non esiste quindi, né può esistere, un organismo di qualsiasi natura (persona fisica,Continua a leggere “Un po’ di chiarezza”

Insegnare e apprendere

Nell’istruzione familiare l’insegnamento e l’apprendimento sono intrecciati e difficilmente separabili come due elementi distinti. Tuttavia, per tutte le famiglie che sostengono l’esame di idoneità a fine anno (anche se ci possono essere varie formule a seconda degli accordi che i singoli riescono a raggiungere con i dirigenti scolastici, l’esame è comunque obbligatorio), l’insegnamento delle varieContinua a leggere “Insegnare e apprendere”

La rete

Qualche giorno fa una ragazza, durante un seminario, ha manifestato le sue perplessità su internet: è facile costruire un’identità parallela, addirittura un profilo professionale, basato su follower, like ecc. Si arriva così a un corto circuito: i personaggi virtuali sono talmente fittizi che nella realtà è evitata accuratamente ogni condivisione autentica, se non per postareContinua a leggere “La rete”

Integrità e collaborazione dei bambini

“Quanto più sacrifichiamo la nostra integrità in favore della collaborazione, tanto più andremo incontro a sofferenza. Possiamo evitare di reprimerla, fino al punto che né gli altri e neppure noi stessi ce ne accorgiamo. Ma il fatto è che mandiamo dei segnali, verbali e non verbali, che denotano qualcosa di sbagliato. Se noi stessi eContinua a leggere “Integrità e collaborazione dei bambini”

Inserto su istruzione familiare e intervista

Ecco il numero della rivista FILART di maggio, a cura dell’associazione culturale la prima radice, con un inserto speciale dedicato all’istruzione familiare e alla pedagogia libertaria. Troverai una mia intervista, il poster dedicato all’educazione nella natura e due pagine dedicate alla pedagogia libertaria.

Educazione “depositaria”

“Come riflesso di una società oppressiva, come dimensione della “cultura del silenzio”, l’educazione “depositaria” mantiene e stimola la contraddizione. Infatti si basa su una serie di postulati che richiamano un tipo di rapporti “verticali”: L’educatore educa, gli educatori sono educati L’educatore sa, gli educandi non sanno L’educatore pensa, gli educandi sono pensati L’educatore parla, gliContinua a leggere “Educazione “depositaria””